EVA FOAM, cosa ci faccio?

05 Maggio 2020 / By Darklord

CENNI STORICI E CARATTERISTICHE

GOMMA EVA (FOMY, Etil-Vini-Acetato) è un tipo di collante utilizzato nel settore della falegnameria e delle arti creative come adesivo termofusibile.
Dal punto di vista tecnico questo tipo di gomma chiamata anche Fomy o Foamy è composta da resine temo-plastiche, a volte integrate con cariche di carbonati di calcio che ne mutano le caratteristiche di presa meccanica ed elevano le temperature di fusione e di presa. Il materiale è inattaccabile da funghi e muffe, è anallergico e atossico e per tali caratteristiche si presta molto bene all’uso nel Cosplay e cosa utilissima è lavabile ( non se colorato a meno che non si usi colori indelebili ), non ha spigoli e può essere colorato con qualsiasi pittura (acquarelli, acrilici, acquerelli, glitter, pastelli, sabbia colorata, colori ad olio, ecc), è possibile anche applicare su questo materiale qualsiasi tecnica di pittura che conosci.

DOVE TROVARLO

A livello mondiale, viene distribuito commercialmente nelle cartolerie e ludoteche come materiale didattico, ma anche in negozi di hobby creativi, sotto forma di fogli di diverso colore, spessore e densità. Esistono varie densità (60,80,100,200…) che stanno a indicare il peso in kg/m³ tale densità influenza meccanicamente il risultato finale del nostro progetto, è quindi indispensabile trovare il giusto compromesso tra elasticità e rigidità.

COME SI USA E GLI STRUMENTI NECESSARI

Essendo venduto in fogli di vario spessore , l’utilizzo diventa molto pratico e semplice. Quindi procuratevi questi strumenti indispensabili:
  • CUTTER
  • FORBICE
  • ADESIVO DI CONTATTO (BOSTIK, ARTIGLIO, JOWAT…)
  • PISTOLA TERMICA (HIT-GUN)
  • CARTA VETRATA O DREMEL
La tecnica più utilizzata dai Cosplayer prevede di ritagliare dal foglio di EVA con CUTTER, TERMOCUT o FORBICE, ma prima è importantissimo al fine di evitare sprechi dei materiale e di soldi, realizzare lo sviluppo in carta da utilizzare come guida nel taglio delle varie sezioni necessarie a comporre l’oggetto del progetto, ottimizzate lo spazio che avere facendo attenzione ad organizzare angoli, smussi sprecando così meno materiale. Teniamo conto nella misurazione,  dell’eventuale bombatura del pezzo, infatti ricordiamoci che se deformiamo la sezione tagliata, le sue misure non saranno più quelle originali. Una volta completato il ritaglio si procede all’incollaggio delle parti tramite adesivi ( per maggiori info sugli adesivi vi rimando all’articolo “COLLA, QUALE USO?” ). Una volta assemblato, il modello andrà colorato utilizzando la tecnica che si preferisce, un consiglio è quello di utilizzare un fondo prima di colorare che unge da aggrappante ma anche da prevenzione da esfoliazione e rende più facile i successivi inevitabili ritocchi .
Esistono in commercio accessori che modellano e tagliano ad hoc il foglio di EVA ( foglia, petalo, casetta, ess… ) sono molto pratici e riducono tantissimo il monte ore lavorate, se utilizzate questo materiale per realizzare addobbi o scenografie.
La pasta di EVA è un’amalgama modellabile ( tipo PONGO, DASH, ecc… )con cui realizzare qualsiasi modello desiderato. Ma allora prchè non utilizzare solo questa per fare i nostri progetti? Ci sono almeno 3 buoni motivi per utilizzarla solo per certe decorazioni: 1 – il costo, è più cara dell’EVA in fogli, 2 – deve essere conservata sigillata non a contatto con l’aria poichè si solidifica e perde le sue caratteristiche di malleabilità infine 3 – non si possono realizzare ampie superfici tipo corazze di armature, spade, elmetti a causa della difficoltà di realizzare superfici perfettamente lisce mantenendo lo spessore desiderato. Ciò non toglie che per realizzare decorazioni, ornamenti e accessori , questo materiale è assolutamente consigliato.
Ciao a tutti e alla prossima
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: